fbpx
SABA RANCH: amici del Valsassina Country Festival

SABA RANCH: amici del Valsassina Country Festival

Anche quest’anno abbiamo l’onore di avere il SABA RANCH tra i protagonisti della manifestazione; ecco PAOLO, il fondatore del maneggio, che ci spiega quali attività e dimostrazioni porterà al Festival; ma prima vediamo chi sono PAOLO e il suo SABA RANCH:

QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE PER I CAVALLI?
La mia passione nasce fin da ragazzo; purtroppo, facendo un lavoro impegnativo potevo coltivarla solo durante le domeniche.
Dopo aver venduto la mia attività ho potuto dedicarmi di più al mondo del cavallo realizzando così il mio sogno!! Con l’appoggio di tutta la mia famiglia ho aperto una scuderia; il SABA RANCH!!

ILLUSTRACI IL PROGRAMMA DEI QUATTRO GIORNI DI FESTIVAL:
Proponiamo il Battesimo della Sella per tutti i bambini, inoltre partecipiamo alle gare di ranch sorting ( lo scopo del Ranch sorting è di spostare un numero preciso di vitelli da un capo all’altro del recinto posto in arena, vince il team che ha impiegato meno tempo con più numero di vitelli), e gare di gimkana con i ragazzi del maneggio .

A CHI TI RIVOLGI?
A tutti,  bambini, ragazzi e adulti.

DALLA TUA ESPERIENZA CON I BAMBINI COME RITIENI CHE VIVANO L’INCONTRO CON IL CAVALLO?
Decisamente in modo molto positivo; per loro è una bellissima esperienza la vivono sempre con gioia e spensieratezza e solitamente è la cosa che “portano a casa” con entusiasmo e passione!

QUALI LE ATTIVITA’  PROPONI NEL TUO MANEGGIO?
La nostra struttura propone passeggiate per adulti e ragazzi di età sopra i quattordici anni anche neofiti.
Per i bambini e gli adulti facciamo anche lezioni in campo sempre seguiti da istruttori di secondo livello sef-Italia . Per i più piccoli proponiamo il giro con il pony o il cavallo sempre accompagnati.

IN COSA CONSISTE L’AGONISMO NELLA MONTA WESTERN?
Vengono fatte delle competizioni dove il binomio tra cavallo e cavaliere deve cimentarsi in gare con i vitelli (team penning-ranch sorting) gare di velocità (barrel- pole bending) gare di precisione (gimkane – reining).
Sicuramente uno spettacolo affascinante che rappresenta appieno la sinergia che avviene tra l’uomo e il suo cavallo… da non perdere!!

Seguici su:

FB: Saba Ranch

sito: saba-ranch.business.site

Paolo Sabadini: Saba Ranch un sogno divenuto realtà

Paolo Sabadini: Saba Ranch un sogno divenuto realtà

Nel montare un cavallo, noi prendiamo in prestito la libertà [Helen Thomson]

Incontriamo Paolo Sabadini nel suo ranch, il Saba Ranch, a Primaluna un piccolo comune di Lecco, a fare da sfondo l’imponente massiccio delle Grigne. In una bellissima cornice verdeggiante iniziamo la nostra chiacchierata.

Lo si capisce appena varcata la soglia del maneggio che ci troviamo di fronte ad un’attività fatta di passione, cuore, tenacia e forza di volontà. La luce negli occhi di Paolo e l’emozione che traspare appena iniziamo a parlare sono autentiche: “il maneggio, è proprio il caso di dirlo, è la realizzazione del mio grande sogno. Fino a sei anni fa, avevo tutt’altro tipo di attività, un forno ma il richiamo dei cavalli è sempre stato molto forte. Ho così deciso di fare il grande salto: chiudere con la professione del panettiere e dedicarmi anima e corpo alla mia passione.”

Paolo Sabadini e la passione per i cavalli

Scuderia del Saba Ranch

Paolo entra in contatto con il mondo dell’equitazione a 18 anni frequentando un maneggio della zona che qualche anno dopo chiude i battenti. Questo unito alla mancanza di tempo l’ha portato per diversi anni ad allontanarsi dal mondo dei cavalli ma si sa se una piccola fiammella rimane accesa nel tuo cuore, è impossibile spegnerla. Il primo passo è stato trovare il luogo ideale e la scelta è ricaduta su questo bellissimo pezzo di terra incastonato tra i monti, in seguito, l’acquisto dei primi cavalli. Anche la selezione delle razze presenti al ranch è dettata dalla passione si tratta infatti di tre razze americane: Paint, Quarter e Appaloosa.

La vita al ranch è ovviamente frenetica, gli animali vengono prima di tutto. Gli ospiti sono per lo più turisti. Paolo ha le idee ben chiare in merito a ciò che vuole: “il nostro obiettivo è che le persone e i cavalli possano scambiarsi emozioni e nello stesso tempo imparare il rispetto della natura. Con le escursioni a cavallo vogliamo far vivere ai nostri ospiti una giornata a contatto con la natura nella meravigliosa valle della Valsassina dove le montagne con le loro pareti scoscese ti avvolgono e ti cullano, dove è possibile rilassarsi all’ombra di un faggio, vedere il cielo azzurro e le vette innevate lungo il fiume Pioverna”.

Passeggiata a cavallo

I bambini al ranch

Grande attenzione anche verso i più piccoli. Il Saba Ranch offre il giro pony, un’emozione unica, dove il bambino ha la possibilità di stare a contatto con l’animale. Il giro pony, infatti oltre a rappresentare una bella occasione per far stare il proprio bambino nella natura e a contatto con gli animali, offre la possibilità di sperimentare, attraverso il percorso proposto, il rapporto con questo piccolo cavallo. È un’esperienza fantastica, rivolta a tutti i bambini compresi tra i 3 e 8 anni che desiderano provare l’emozione di cavalcare un pony e saperne di più su questo speciale animale. Sempre sotto l’occhio vigile di una guida il bambino imparerà a conoscere l’animale e come rapportarsi in modo corretto e sicuro.

Altra peculiarità del ranch è la preparazione a livello agonistico di atleti. Paolo non è solo nella sua avventura, ad affiancarlo la moglie Cristina e i figli Claudio e Marta, entrambi, insieme al padre, istruttori qualificati di secondo livello di monta western.

Alla fine della nostra chiacchierata scopriamo che nonostante il grande impegno del Ranch, Paolo trova il tempo per dedicarsi anche al territorio: “dalla passione e dalla voglia di migliorare il nostro futuro, ho deciso di dedicarmi nel tempo libero alla riqualificazione ambientale del territorio in cui vivo. La mia missione parte attraverso il recupero di sentieri abbandonati da decenni alla creazione di percorsi mirati a alla conoscenza dell’ambiente e della cultura della Valle. Tutto questo avviene attraverso anche l’utilizzo di materiali di recupero abbandonati o trascurati”.

Per informazioni: http://sabaranchprimaluna.wixsite.com/sabaranch