fbpx
CAROZZI FORMAGGI, moderni interpreti di un’antica tradizione della Valsassina

CAROZZI FORMAGGI, moderni interpreti di un’antica tradizione della Valsassina

Buongiorno a Vera Carozzi che insieme alla sua famiglia gestisce l’azienda CAROZZI FORMAGGI Srl; ci racconti un po’ della vostra storia che sappiamo ha inizio nel lontano 1960:

Esatto, era proprio il 1960 quando Aldo Carozzi ha iniziato a commercializzare i prodotti della valle, dando vita all’azienda che porta il suo nome. Prima a Ballabio e poi a Pasturo, sempre nel cuore della Valsassina, Carozzi Formaggi ha iniziato a gestire la produzione e la stagionatura dei formaggi, diventando sempre più affermata in Italia e, in seguito, anche all’estero.

Come siete riusciti a coniugare tradizione e innovazione?

Ci teniamo molto a custodire gli antichi metodi di produzione artigianali dei casari, che sono gli unici in grado di mantenere i profumi e i sapori caratteristici della Valsassina. Al tempo stesso però il nostro mastro casaro, Marco Carozzi, ama sperimentare: di volta in volta propone nuovi sapori, nuovi formati, nuove farciture. Così, i più tradizionalisti possono rimanere fedeli ai grandi classici come il Taleggio Dop e il Gorgonzola Dop, ma gli amanti dei sapori più particolari hanno l’opportunità di sbizzarrirsi!

Che importanza ha il territorio nelle vostre creazioni?

Il passato, il presente e il futuro della nostra azienda sono in Valsassina. Per noi è un orgoglio rappresentare la tradizione gastronomica di un territorio che (non a caso!) è noto come “la Valle dei Formaggi”.

Quali i prodotti che proponete?

Siamo noti in Italia e all’estero soprattutto per il Taleggio Dop e il Gorgonzola Dop, che hanno vinto prestigiosi premi internazionali. Poi abbiamo le altre Dop del territorio (Quartirolo Lombardo Dop, fresco e stagionato, e Salva Cremasco), le specialità fresche e altri formaggi tradizionali come robiola, formaggella e latteria. Con il nome “La selezione del Casaro” invece abbiamo voluto indicare tutti i nostri esperimenti originali, che sono un’esclusiva Carozzi.

Dove vi troviamo e com’è organizzato il vostro punto vendita?

Ci trovate a Pasturo, alla Formaggeria, uno spazio unico dedicato alle eccellenze gastronomiche della Valsassina. L’abbiamo aperto nel 2015 e ci sta regalando grandi soddisfazioni. Non bisogna aspettarsi soltanto la classica rivendita di prodotti, perché la Formaggeria è anche un bistrot dove gustare un pranzo o un aperitivo. È uno spazio accogliente e suggestivo, che ospita serate e desgustazioni organizzate da noi in collaborazione con i nostri partner e si presta anche come location per cene aziendali ed eventi privati.

Cosa ci porterai al Valsassina Country Festival?

Vi faremo assaggiare la nostra polenta, i panini gourmet e gli sciatt al taleggio. Tutti sapori autentici e genuini, proprio come il nostro territorio!

 

Seguici:
www.carozzi.com
https://www.facebook.com/carozziformaggi/?ref=br_rs
https://www.instagram.com/carozziformaggi/
https://www.youtube.com/channel/UCsCFfyZGs1rJR4eJtweYxmA

VENDITA ON-LINE
https://www.venditaformaggio.it/

Non solo cavalli ma anche splendidi cani al Festival con CAIO FARM!!

Non solo cavalli ma anche splendidi cani al Festival con CAIO FARM!!

Parliamo con Simone che con la sua famiglia, il padre Luciano e la mamma Tiziana, conduce l’azienda Caio Farm di Cologno al Serio.
COME E’ NATA LA TUA ATTIVITA’?
Mio padre Luciano con mamma Tiziana, seguendo la sua passione, fonda nel 1990 la Caio Farm allevando cani della razza Border collie, selezionando da generazioni linee da lavoro e addestrando i cuccioli alla conduzione di bestiame, tra cui bovini. (stock dog) e ovini da carne di origine inglese allevate in azienda (sleep dog).
Altra nostra grande passione sono i cavalli!! Svolgiamo infatti attività di pensione, doma e addestramento puledri e muli adatti a varie specialità americane.
DOVE VI POSSIAMO TROVARE?
Ci troviamo a Cologno al Serio in provincia di Bergamo, all’interno del Parco naturale del Serio ed è un luogo ideale per il trekking.
COSA CI PORTERAI AL VALSASSINA COUNTRY FESTIVAL?
Vi stupiremo con dimostrazioni di lavoro che effettueremo con i nostri cani e i nostri muli.
Grazie Simone, non vediamo l’ora di assistere al tuo lavoro, splendido, emozionante e sicuramente coinvolgente!!
Contatti:
PROGETTO “ACCUMOLI NEL CUORE”: PARLA IL PRESIDENTE DELLA BANDA MARIO TAGLIAFERRI

PROGETTO “ACCUMOLI NEL CUORE”: PARLA IL PRESIDENTE DELLA BANDA MARIO TAGLIAFERRI

Approfondiamo, alle soglie del Festival, il progetto “ACCUMOLI NEL CUORE” e lo facciamo con MARIO TAGLIAFERRI il presidente del corpo musicale S.Cecilia promotore principale del progetto:

COSA C’ENTRA LA BANDA DI BARZIO CON LA LONTANA CITTA’ DI ACCUMOLI?
Tutto nasce diciamo per caso nel 2017, il Corpo Musicale S. Cecilia di Barzio in occasione dei festeggiamenti del 130° di fondazione, ha valutato di promuovere una iniziativa di solidarietà a favore di una realtà musicale come la nostra di un  paese colpito dal sisma dell’ Agosto e Ottobre 2016.
Abbiamo trovato la Banda Città di Accumoli e, contattato il presidente Giuseppe Funari, abbiamo intrapresouna prima raccolta fondi dedicata alla loro banda.
Da li è nato il rapporto di amicizia tra le due realtà musicali.

QUAL E’ STATA LA SCINTILLA CHE HA FATTO SCATURIRE QUESTA INIZIATIVA?
La prima volta che siamo scesi ad Accumoli con una delegazione della Banda di Barzio per consegnare quanto raccolto durante i festeggiamenti del 130°, era il mese di Ottobre 2017.
Ci siamo accorti subito che la loro situazione non era della migliori, il sisma aveva lasciato una ferita profonda.
Anche in queste visite, a distanza di due anni dall’evento, la situazione rispetto al dopo sisma non è migliorata di molto, quindi abbiamo pensato di fare qualcosa a supporto della collettività.
Nel mese di Febbraio scorso, in compagnia di due amici Alessia e Antonio, ho incontrato il Sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci ( sindaco sino al 26/05/2019 ) al quale ho spiegato che volevamo dare una mano solidale al paese, un contributo che potesse restare nel tempo.
Lui mi ha indirizzato a prendere contatti con il Presidente degli Alpini sezione di Roma Alessandro Federici, referente per la realizzazione della struttura polifunzionale alla quale realizzazione il paese tutto tiene molto!
La struttura ha l’obiettivo di favorire il rilancio di Accumoli e del suo territorio.
Realizzata su tre livelli di circa 200 mq ciascuno, sarà in una prima fase a disposizione del personale che opera per la ricostruzione del centro del Capoluogo e poi verrà aperta ai cittadini e agli utenti che vogliono visitare il territorio.
Una concreta risposta alle attuali necessità del territorio che avrà importanti benefici economici, occupazionali e d’immagine, e che andrà a colmare il vuoto di un’offerta turistica limitata.

COSA SIGNIFICA IL SIMBOLO DI “ACCUMOLI NEL CUORE”?
Il logo raffigura un cuore con al suo interno una chiave di violino, che vuole sottolineare il valore musicale e il legale tra i due corpi bandistici, unitamente a una montagna stilizzata che caratterizza entrambi i territori.
Il tutto contornato dal giallo e verde che rappresentano i colori di Accumoli.

QUAL E’ L’OBIETTIVO DA  RAGGIUNGERE?
L’obiettivo è quello di raccogliere almeno 50 mila euro per la realizzazione della cucina da collocare all’interno della struttura polifunzionale.
E’ un obbiettivo ambizioso lo so, ma l’unione fa la forza e la collaborazione fa la differenza!

LE VOSTRE RADICI SONO IN VALSASSINA; COME HA RISPOSTO IL TERRITORIO ALLA VOSTRA CHIAMATA?
Il territorio diciamo ha risposto bene, diverse associazioni musicali e non, hanno deciso di aderire promuovendo il progetto solidale.
Già questa la ritengo una bella soddisfazione, perchè lo scopo era anche quello di creare una rete di collaborazione tra le varie associazioni che operano sul territorio per dimostrare quando è grande e generoso il cuore della Valsassina.
Io mi auguro che questo progetto possa uscire dalle montagne valsassinesi e raggiungere anche Lecco e l’iterland provinciale.
In questi giorni anche alcuni paesi della Valsassina purtroppo sono stati duramente provati dal maltempo e alle comunità di Primaluna e Premana mi sembra doveroso e rispettoso rivolgere un pensiero di vicinanza.

COSA PUO’ FARE IL VALSASSINA COUNTRY FESTIVAL IN CONCRETO?
Il Valsassina Country sta già facendo molto per questo progetto, perchè va detto che sostiene anche la Scuola Materna di Barzio, e ci tengo a ringraziare di cuore l’organizzazione, penso che questa sia una buona vetrina anche per il progetto e mi auguro che dopo il Valsassina Country ci possano essere nuove proposte per raggiungere l’obbiettivo che ci siamo prefissati.
Sono aperto a qualsiasi idea, quindi chiunque può farsi avanti!

IL MONDO COUNTRY E’ NOTORIAMENTE ATTENTO E GENEROSO, SI POSSO FARE DELLE DONAZIONI?
Si certamente si possono fare delle donazioni o direttamente durante i giorni in cui si svolgerà la manifestazioni o, per chi vuole anche attraverso il conto corrente messo a disposizione dalla Banca della Valsassina e gestito dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese Onlus.
Qui devo rivolgere un doveroso ringraziamento al Presidente della Banca della Valsassina Dr. Giovanni Combi e alla Fondazione Comunitaria del Lecchese Onlus nella persona del loro Presidente Sig. Mario Romano Negri e al Segretario Generale Sig. Paolo dell’Oro che hanno creduto in questo progetto e lo stanno sostenendo.

CON QUALI MODALITà?
Durante i giorni del Festival si potrà acquistare la camicia in edizione speciale. L’organizzazione mi ha informato che sono state fatte realizzare due versioni delle camice, da donna sciancrate e da uomo, si possono già anche prenotare mandano una mail a info@valsassinacountryfestival.it.
Per chi invece vuole donare attraverso il conto corrente dedicato lo può fare facendo un versamento sul conto corrente:  IT87 B085 1522 9000 0000 0501 306 con la causale “progetto Accumoli nel cuore”

QUALI LE MANIFESTAZIONI COLLEGATE ALL’INIZIATIVA?
Sono diverse le manifestazioni collegate al progetto, alcune si sono già svolte nei mesi precedenti, altre si svolgeranno; vi invito a seguire la nostra pagina facebook@accumolinelcuore dove vengono postate le varie iniziative.
Ne nomino uno a livello musicale e uno a livello sportivo, se siete d’accordo, la Festa della Musica organizzata dal Corpo Musicale di Barzio in programma i prossimi 5-6-7 Luglio e a livello sportivo la ZaCup zkyrage del Grignone organizzata dal Team Pasturo.
Ci tengo a ricordare che al progetto possono aderire anche imprese non solo associazioni, alcune lo hanno fatto come la Ditta Sanelli di Premana che donerà alla struttura i coltelli per la cucina, o la Ditta Carozzi che ha raccolto fondi durante la Fiera del Taleggio lo scorso mese di Maggio.

AL VALSASSINA COUNTRY FESTIVAL DOVE POSSIAMO TROVARVI?
Al Valsassina Country potete trovarci presso la biglietteria dove si potranno ricevere tutte le  informazioni sul progetto accumoli nel cuore.
Un grazie a tutte le associazioni che hanno aderito, a chi già in questi mesi ha fatto delle donazioni e a chi deciderà di sostenere l’iniziativa in futuro.
https://www.facebook.com/accumolinelcuore/

Le foto di Accumoli:
Onedrive
Onedrive

Articolo precedente: Progetto Accumuli nel Cuore

Grazie Mario e complimenti per tutto quello che state facendo con il cuore; anche noi faremo la nostra parte devolvendo parte del ricavato a questa importante iniziativa!

Liliana Russo la voce più bella della RADIO NUMBER ONE anche quest’anno ci farà onore della sua presenza e delle sue instancabili dirette.

Liliana Russo la voce più bella della RADIO NUMBER ONE anche quest’anno ci farà onore della sua presenza e delle sue instancabili dirette.

Una donna eclettica e combattiva cresciuta nel mondo della radio, con una grande passione: la lettura.
Liliana Russo, infatti conduce la rubrica Tuttolibri sul sito della radio e una pagina Fb “Letto per voi” dove potrete trovare, curiosità, chiacchierate con gli autori, classifiche e recensioni.
Una donna veramente poliedrica tanto da seguire il festival non solo con la sua voce ma anche con il cuore, una VERA AMICA del Valsassina Country Festival che ci regalerà momenti di piacevole intrattenimento.

Liliana Russo anche quest’anno sei dei nostri? Instancabile madrina della nostra manifestazione….

Sono diversi anni ormai che partecipo a questa manifestazione, all’inizio era uno dei tanti eventi di lavoro, Radio Numberone e’ sempre la radio partner, poi ho imparato a conoscere prima di tutto Ivan Rotastabelli l’organizzatore e tutte le persone che lavorano nel team del Festival.

Che dire, sono meravigliosi, tutti, dal primo all’ultimo e non avere voglia di tornare a Barzio ogni anno e’ impossibile per me.

Come descriveresti il Valsassina Country Festival ? Ti senti un po’ a casa?

Come ti dicevo mi sento a casa e mi sento affascinata da un mondo che non conoscevo, ho imparato ad apprezzare non solo il magnifico panorama di quelle zone ma anche lo spirito del mondo country e di chi lo rappresenta.

In questa edizione, come in quelle precedenti, presenterai il contest più atteso del festival, il “COUNTRY’S GOT TALENT 2019″… Come vedi questi ragazzi ?

Ogni anno sono sempre piu’ numerose le scuole di ballo country che si iscrivono e che partecipano. MI piace lo spirito con cui affrontano le prove, della serie “comunque vada, ci divertiamo”. I colori delle loro divise, ogni scuola ha la sua, il sorriso sui loro volti quando arriva il loro momento di esibirsi e noi in giuria che non riusciamo a staccare gli occhi dai loro movimenti e dal ritmo della musica. La cosa bella e’ anche vedere tutto il pubblico seguire e applaudire. Sorrido anche mentre te lo sto raccontando…Questo e’ lo spirito del Contest!

Ti emoziona quindi vedere il loro entusiasmo; cosa gli diresti per incoraggiarli?

Ti assicuro che non hanno bisogno del mio incoraggiamento, lo spirito e’ proprio quello del divertimento, se poi ci scappa anche una coppa o la medaglia non si offende nessuno!!

Oltre a tutto questo quest’anno presenterai una NOVITA’ del Festival, LA SFILATA DI MODA FASHION COUNTY…. come è nata l’idea?

Di questo sono orgogliosa di aver insistito con Monica per realizzarla. Nel suo stand ci sono jeans e magliette molto carine in perfetto stile country e lo scorso anno le ho detto: ma perche’ non organizziamo una bella sfilata??? Lei non mi sembrava molto convinta ma poi ho insistito e alla fine la faremo. Credo che una nota di questo tipo ci stia bene e sara’ una bella occasione per ricordare a tutti che il country puo’ essere molto sexy!!!

Adesso basta parlare del Festival raccontaci i tuoi progetti futuri, sempre se si può e cosa ti piacerebbe ancora sperimentare….

Il lavoro in radio e’ il mio mondo, da qualche anno sto collaborando con le piu’ importanti Case Editrici, scrivo recensioni, incontro gli autori per le interviste, ho una pagina Facebook Letto per voi, dedicata ai libri; sul sito di Radio Numberone vengono pubblicate le mie recensioni e trovate anche i podcast che realizzo e pubblico su Google Podcast.

Insomma ho sempre qualcosa da fare, oltre a questo ci sono gli eventi esterni, come il Festival Country e altri che avro’ nel corso dell’estate. Programmi? Continuare a fare quello che mi piace e non dipende solo da me ma anche dal pubblico che mi segue ogni giorno e mi sostiene. Che farei senza di loro? Grazie, sempre e solo grazie a tutti.
Contatti:
 
Miniere Turistiche del Lago di Como; scopriamo un mondo magico e sotterraneo!!

Miniere Turistiche del Lago di Como; scopriamo un mondo magico e sotterraneo!!

Parliamo con Dario Milani che gestisce le miniere turistiche nel nostro territorio e scopriamo di più:

La Valsassina è terra di miniere da un millennio forse più. 

La miniera più antica datata risale al 1100, ma probabilmente già i Romani prendevano il piombo dalla zona. 
Le miniere dei Piani Resinelli, di solfuro di Piombo, sono un viaggio nella storia mineraria, visto e toccato con mano, in circa 90 minuti di esplorazione con caschetto in testa e gambe buone. 

La Miniera di Primaluna è recentissima, lavoravano fino a soli 6 anni fa; estraevano il solfato di bario: a cosa serve? lo mettevano sui formaggi, venite a scoprire come! Questa miniera è accessibile ai disabili motori con un carrello ed ai non vedenti. 

In tutte possono entrare in sicurezza i bambini dai 3 anni in sù; gli animali stanno meglio fuori, all’aperto.”
Cosa porterai al Festival per far conoscere questo splendido mondo sotterraneo?
“Al festival, oltre a tutte le informazioni, potrete prenotare le visite e vivere un’anteprima con il visore della realtà virtuale! 
Passate a trovarci e chiedete, ma attenti, sarete contagiati perché scoprirete la passione per il nostro mondo!”
Miniere Turistiche del Lago di Como.
Sito web www.youmines.com 
fb Miniereturistiche
Instagram tourist_mines_comolake
cell e whatsapp 3389609824